Agire sui licenziamenti di Trentino TV: “chiediamo sia fatta chiarezza”

“Agire per Trento esprime il suo avvicinamento e solidarietà ai tre oramai noti e stimati giornalisti di Trentino TVAlessio KaisermannFrancesca Quattromani e Daniele Benfanti, licenziati bruscamente dall’editore Angeli”.

Con queste parole, in una nota ufficiale, si esprime il coordinamento di Agire per Trento sui recenti fatti che hanno visto il licenziamento, da parte di Tca -Trentino Tv, di tre giornalisti su sei all’interno dell’organico redazionale. Una notizia che ha sollevato subito polemiche e dubbi circa la decisione, del principale canale televisivo del trentino, di licenziare tre tra i volti più noti del mondo giornalistico trentino.

E nella nota si legge ancora: “Spiace constatare che un’importante televisione locale debba scaricare tre professionisti qualificati per dichiarate questione di bilancio, riducendo oramai all’osso il suo organico, nonostante abbia goduto di sostanziosi finanziamenti ricevuti direttamente dal Consiglio Provinciale per trasmettere servizi legati alle sue attività”.

Proseguendo: “Chiediamo sia al Presidente del Consiglio, Bruno Dorigatti (la cui moglie è proprio la direttrice in questa rete), sia al presidente della Giunta Provinciale, Ugo Rossi, com’è possibile che proprio loro che firmano (e recedono) i contratti con criteri d’insindacabile giudizio, non verifichino poi il rispetto degli obblighi occupazionali che l’editore dovrebbe mantenere  verso i suoi dipendenti?”

Concludendo infine: “Auspichiamo che la questione sia risolta nel più breve tempo possibile, sperando intanto che l’informazione e la televisione locale non ne risentano sia in termini di qualità che di pluralità”.