ProM Facility, porte aperte al laboratorio di prototipazione rapida più avanzato d’Italia

Oltre 200 aziende e ricercatori oggi, venerdì 30 giugno in Polo Meccatronica, per confrontarsi sulle sfide dell’Industria 4.0 e conoscere il modello trentino che unisce formazione, innovazione e impresa

 

Stampanti per additive manufacturing e scanner 3D, taglio laser, metrologia, prototipazione meccatronica e digitale, misurazione di precisione, ICT per l’industria, cyber security e molto altro ancora, garantito dai fondi europei. La ProM Facility di Polo Meccatronica, a Rovereto, è un luogo in cui l’innovazione trova forma, grazie a macchinari all’avanguardia, in alcuni casi unici nel panorama nazionale, e uno staff altamente qualificato: un laboratorio in cui le imprese possono trasformare le loro idee in manufatti reali da testare, in cui i ricercatori hanno la possibilità di effettuare esperimenti complessi e in cui gli studenti posso prepararsi a diventare i lavoratori dell’Industria 4.0. “Qui si progetta l’industria del domani – ha commentato il vicepresidente della Provincia di Trento Alessando Olivi – grazie ad una visione di sistema che in tempi record ha visto la realizzazione di un progetto coraggioso precursore dei temi dell’Industria 4.0”. La ProM aprirà le sue porte a ricercatori, esperti e imprenditori di tutta Italia domani, venerdì 30 giugno, in un evento di alto profilo tecnico e scientifico dedicato al confronto sulle prospettive della manifatturiera intelligente e all’approfondimento di tutte le novità del laboratorio trentino, nato dalla collaborazione tra Provincia autonoma di Trento, Trentino Sviluppo, Fondazione Bruno Kessler, Università degli Studi di Trento e Confindustria Trento. Oltre 200 le iscrizioni alla tavola rotonda “Prospettive dell’Industria 4.0” e al workshop tecnico cui prenderanno parte relatori di fama internazionale provenienti anche da Australia, Canada, Singapore.