L’Europa censura le vignette contro l’Unione europea

Proibire le vignette perchè contrarie all’Unione europea. Il commissario britannico Catherine Bearder ha censurato una dozzina di cartoni animati satirici destinati ad una mostra che celebra 60 anni dell’UE. Le foto mostrano enormi “no” o croci sui disegni incriminati.

I cartoni censurati, disegnati dai fumettisti francesi e greci, includono uno che mostra diversi paesi dell’UE alla linea di partenza di una corsa automobilistica. Sotto la bandiera “Multy-speed Europe”, la Germania è rappresentata da un gigante Porsche, l’Italia è una piccola Fiat e la Grecia è un carro trainato da un pensionato.

La mostra sulla satira dovrà essere presentata al Parlamento europeo per l’occasione del 60° anniversario del Trattato di Roma. Bearder, un liberale democratico, è il responsabile della mostra. Lei e i suoi collaboratori hanno respinto 12 dei 28 cartoni animati a causa del loro “contenuto controverso”. Quelli che ritraevano Angela Merkel sono stati censurati per evitare di influenzare le elezioni tedesche, nonostante le elezioni siano avvenute prima che la mostra dovesse aprire.

Gli eurodeputati Stelios Kouloglou e Patrick Le Hyaric hanno scritto una lettera aperta al presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani per protestare contro la censura e chiedendo a Tajani di “stare con la democrazia” . Kouloglou ha dichiarato: ‘L’umorismo politico e la satira sono una parte essenziale della democrazia sin dai tempi di Aristofani. Essi censurarono la nostra esposizione sotto la pretesa di violare i valori europei, ma la libertà di parola è il valore fondamentale dell’Unione europea … Per questo il signor Tajani deve decidere se stare con la decisione dei quaestori o con la democrazia”.