Sigarette elettroniche, in corso a Roma la manifestazione contro l’emendamento Vicari

photocredit: google img

È in corso in queste ore a Roma in Piazza Montecitorio una manifestazione organizzata vai vapers per protestare contro il recente “Emendamento Vicari”. Il decreto promosso dalla senatrice Simona Vicari che stabilisce il passaggio dei liquidi nicotinati e delle sigarette elettroniche sotto il Monopolio di Stato.

La manifestazione programmata tra le 8.30 e le 13 di oggi 29 novembre, ha raccolto l’adesione di decine di migliaia di persone tra consumatori, addetti ai lavori e simpatizzanti del settore. L’obiettivo dei manifestanti, per voce dei loro rappresentanti, è quello di difendere un settore traino dell’economia italiana che ogni anno fattura più di 600 milioni di euro, dalle “avide” mani dello stato italiano che ora vorrebbe appropriarsene.

Gli organizzatori di questo evento hanno precisato che si tratterà di una manifestazione assolutamente pacifica, il corteo che si radunerà in Piazza Montecitorio avrà come unico obiettivo quello di far sentire la propria voce e di cercare di salvaguardare un settore che dà lavoro a più di 30.000 persone.

Questa manifestazione è stata organizzata sull’onda dell’entusiasmo provocato dalla petizione #FreeVape, una petizione nata sul sito Change.org che in pochi giorni ha raccolto più di 75.000 adesioni. La scaletta di questo evento prevede oltre all’intervento delle associazioni che hanno aderito alla manifestazione (Anide, UniEcig, Coiv e Eim), anche la presenza di politici che negli ultimi anni hanno “aiutato” il mondo dello svapo.

Contestualmente a questo evento, i rappresentanti delle associazioni presenti in piazza saranno protagonisti di una tavola rotonda organizzata dalla LIAF a Palazzo Valdina, per discutere concretamente e cercare di trovare una soluzione che possa soddisfare tutte le parti in causa.