Antagonisti svolgono bisogni corporali sul gazebo di candidato Fratelli d'Italia

Questo pomeriggio, per la seconda volta in poche settimane, è avvenuta un’aggressione violenta, con bisogni corporali fatti sui cartelli elettorali, al gazebo elettorale di Fratelli d’Italia e ai danni di De Corato in piazza Argentina adiacente a corso Buenos Aires. Un’aggressione che ha portato al ferimento di due persone.

“Da una macchina recante la targa di Varese, di cui abbiamo recuperato il numero, sono scese due donne e un uomo, che a un certo punto hanno cominciato a prendere
a pugni uno dei nostri militanti che distribuiva materiale elettorale”, ha affermato De Corato, 
ex vicesindaco di Milano e capogruppo di FDI in Regione Lombardia, che ha commentato così l’aggressione avvenuta questo pomeriggio al suo gazebo elettorale in piazza Argentina, a Milano.
Al contempo De Corato ha affermato: “Domani, domenica 28 gennaio, alle ore 16 abbiamo organizzato una manifestazione di solidarietà e vicinanza anzitutto alle due persone rimaste ferite dopo l’aggressione di oggi, e in secondo luogo intendiamo ribadire che neppure la violenza fermerà il nostro impegno. Il gazebo di Fratelli d’Italia in piazza Argentina è stato già vandalizzato poco tempo fa, oggi pomeriggio è stato preso di mira da tre balordi. Noi non ci fermiamo, e domani invitiamo tutti ad esserci per ribadire il NO alla violenza come metodo politico”.