Attacco hacker alla testata giornalistica Secolo Trentino

secolo trentino

In data 26 marzo 2016, Secolo Trentino e i suoi collaboratori colgono l’occasione per comunicare a tutti i suoi lettori che il sito web e la piattaforma su cui operano come organo d’informazione sono da oggi ripristinati.

Dopo aver subito un duro attacco hacker, da parte di persone tuttora ignote, la testata Secolo Trentino si è trovata costretta a dover momentaneamente disattivare (per ragioni di forza maggiore) il sito web su cui da sempre lavora sin dalla sua nascita. Conosciuto ai più a livello territoriale, nel corso di questi anni si è affermato anche e soprattutto a livello nazionale, raggiungendo standard di qualità nei contenuti al pari di molte altre testate “online” che operano sul web con molta più dimestichezza e da molti più anni. Secolo Trentino si è così trovato a dover recuperare tutto il lavoro svolto in questi ultimi anni grazie soprattutto all’immediatezza dei suoi tecnici, i quali hanno evitato che tutto il lavoro svolto negli anni andasse completamente e irrimediabilmente perso. Secolo Trentino, in quanto organo d’informazione indipendente (e perciò senza alcun tipo di finanziamento pubblico), si è trovato altresì privo di “mezzi pratici” per operare nell’immediato alla risoluzione del problema. Tuttavia, dopo aver effettuato le dovute segnalazioni alla polizia postale (la quale indagherà sui possibili responsabili) e grazie alla validità di diversi collaboratori esperti nel settore informatico, il sito è stato ripristinato completamente nella giornata di ieri, risultando nuovamente fruibile a tutti i suoi lettori.

Certamente questa “sfida” ha rappresentato per Secolo Trentino un problema di natura estremamente complessa, vista soprattutto l’imprevedibilità con cui si è manifestata. Nonostante ciò, nell’arco di sole 48 ore, Secolo Trentino ha operato al meglio per riparare al danno di coloro i quali l’avessero (volontariamente) causato, al solo scopo di interrompere un lavoro informativo avviato da tempo. Da sempre dedito alla libertà di pensiero e parola, oltre che alla libertà di stampa, Secolo Trentino ha continuato (e continuerà sempre) a perseguire quegli obiettivi ideologici che dalla sua fondazione lo caratterizzano, contraddistinguendolo dal resto degli organi d’informazione (spesso faziosi e di parte) del panorama giornalistico trentino e italiano nel suo complesso.

Concludendo, Secolo Trentino si impegna a garantire, oggi più che mai, una rinnovata e libera informazione. Lo spirito resta quello di privilegiare la qualità alla quantità, uscendo ancor più da quel coro di una informazione omologata e appiattita su stereotipi ancora oggi duri a morire. Questo non vuole essere un punto di arrivo, bensì un punto di partenza da cui ripartire per garantire a tutti una pluralità d’informazione sempre giovane e indipendente.