Berlato: “Italia ostaggio del PD e Renzi fa retromarcia sulla data delle prossime elezioni”

Se non fossimo in periodo di Carnevale difficilmente un osservatore della scena politica italiana sarebbe in grado di spiegare le vicissitudini interne del PD che di fatto bloccano e condizionano tutto il Paese

Ad affermarlo è il Consigliere regionale e Coordinatore per il Veneto di FdI-AN Sergio Berlato, che continua ancora: “Siamo tutti impotenti spettatori di uno psico-dramma di una vicenda politica dai risvolti imprevedibili soprattutto dopo aver ascoltato le ultime dichiarazioni di Matteo Renzi” – precisa Berlato.

Un comportamento politico a dir poco schizofrenico quello dell’ex-premier e ora ex-segretario del PD – dichiara Berlato, continuando, “Appena insediato il Governo Gentiloni, poche settimane fa, Renzi dichiarava a tutte le trasmissioni TV e alla stampa che il Paese doveva andare ad elezioni in tempi rapidi per ridare voce agli elettori e consentire all’Italia di avere un esecutivo politico in grado di proseguire sulla strada delle riforme. L’attuale Governo Gentiloni doveva essere una semplice parentesi di pochi mesi, giusto il tempo di calibrare la legge elettorale soprattutto dopo la sentenza della Consulta – ricorda Berlato.

Ora invece Renzi dichiara che il Governo può tranquillamente proseguire fino a scadenza naturale della legislatura facendo intendere a tutti che la sua attuale preoccupazione è quella di riprendere il comando del PD ora che la minoranza interna è stata messa all’angolo. Ci si domanda se questa dichiarazione sarà definitiva o se nel frattempo il “Renzi-pensiero” ci riserverà altre sorprese prima del congresso del suo litigioso partito – conclude Berlato.