Bolzano: i Carabinieri bloccano ladri seriali di bici

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Bolzano erano da tempo sulle tracce di chi stava rubando costose biciclette nel centro cittadino, convinti che questi materiali di pregio dovessero avere un mercato diverso dal riutilizzo locale. È per questo che quando ieri pomeriggio hanno sorpreso due giovani che si stavano impossessando di due costosissime biciclette, ne pressi della piscina comunale di Bolzano, li hanno pedinati per un lungo tratto di strada, fino alla zona di via Palermo, dove li hanno fermati prima che estrassero in un palazzo. All’alt dei militari i  due hanno tentato di fuggire ma sono stati immediatamente inseguiti e bloccati. Gli accertamenti sulle biciclette che avevano al seguito, due costose mountain-bike, hanno consentito di identificarne i proprietari, due turisti tedeschi in transito su Bolzano. Ma i Carabinieri hanno voluto scavare ulteriormente a fondo, convinti che i due fossero inseriti in un “giro” più grande e dopo poco sono riusciti ad individuare una cantina nella disponibilità dei fermati.

I Carabinieri hanno quindi effettuato una perquisizione nel locale, confermando di fatto la loro ipotesi. Dentro il magazzino della refurtiva, i due custodivano altre 6 costose biciclette ma, in verità, nascondevano molto di più: era stata, infatti, allestita una vera e propria catena di smontaggio per pezzi di ricambio, che verosimilmente dovevano lasciare il Paese. Cavalletti, manubri, caschi, parafanghi, tutto distinto in scatoloni, con tanto di nastro per imballaggio dei pezzi. I Carabinieri hanno sequestrato oltre 18 paia di pedali di varie marche, oltre 20 cavalletti e parafanghi, alcuni porta pacchi, 5 caschi e gli attrezzi del “mestiere”, cesoie, tronchesi, cacciaviti, chiavi per aprire bulloni. I due fermati, un rumeno di 24 anni ed un moldavo di 27, sono stati dapprima condotti alla caserma di via Dante e poi sono stati trasferiti al vicino carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria del capoluogo. Dovranno rispondere di furto aggravato in concorso e ricettazione. Le due biciclette rubate ieri sono state restituite in serata ai turisti di Ochsenhausen, che hanno ringraziato sentitamente i Carabinieri per l’immediato recupero e restituzione dei loro mezzi. I militari cercheranno di individuare nei prossimi giorni i proprietari degli altri mezzi rinvenuti nel deposito dei due arrestati.