Roma, CasaPound denuncia amministrazione M5s in IV Municipio

Roma, 19 dicembre  – Il M5s in IV Municipio impedisce ai cittadini di assistere alle sedute pubbliche del Consiglio e CasaPound presenta un esposto in procura. Nel ‘mirino’ il minisindaco a Cinque stelle del Municipio IV Roberta Della Casa e il presidente del consiglio Francesco Brizzi, che, in due occasioni, il 15 e il 27 settembre scorso, secondo CasaPound, hanno illegittimamente tenuto fuori dall’aula consiliare i cittadini che, dopo l’annullamento del consiglio straordinario convocato sul tema, chiedevano venisse affrontata la questione del centro immigrati di via del Frantoio.

Due i reati ipotizzati nell’esposto, abuso d’ufficio e falso ideologico in atti pubblici. “Abbiamo segnalato alla magistratura due episodi che hanno tutti i connotati di un abuso perpetrato dalle istituzioni municipali del M5S ai danni dei cittadini, ai quali illegittimamente, in due occasioni, è stato impedito di assistere a sedute pubbliche del Consiglio – sottolinea Mauro Antonini, candidato governatore di CasaPound nel Lazio, che è stato presente sul posto in entrambe le occasioni – Oltre all’abuso d’ufficio, abbiamo denunciato alla magistratura la configurabilità anche del reato di falso ideologico, poiché in due verbali, che a tratti sembrano scritti da Totò e Peppino per quanto risultano surreali, sono attestati fatti ricostruiti in modo diverso da quanto realmente accaduto e da noi dimostrato, tra l’altro, con video girati in diretta”.

Antonini domani, insieme a una delegazione di cittadini del Tiburtino III, sarà di nuovo nella sede del Municipio per consegnare a Della Casa e Brizzi una lettera aperta dei residenti del quartiere che chiedono, ancora una volta, una discussione in Consiglio sul centro immigrati di via del Frantoio: “Il 31 dicembre il presidio sanitario della Croce Rossa dovrebbe chiudere, ma il timore, fondato, dei residenti è che, nel silenzio, venga concessa l’ennesima proroga a una struttura che fino a ora ha portato solo problemi a un quartiere che è già tra i più degradati di Roma. I cittadini del IV Municipio però non intendono continuare a pagare sulla loro pelle le inefficienze dell’amministrazione a 5 Stelle e chiedono con forza che ciò non accada e che la struttura di via del Frantoio sia definitivamente chiusa”.