FISHERMAN’S FRIEND STRONGMANRUN – SPRINT IN 2.000 A BIBIONE PER LA PRIMA TAPPA DEL 2015

Il lungomare di una Bibione baciata dal sole ha accolto i 2.000 partecipanti alla prima tappa della Fisherman’s Friend StrongmanRun 2015, la obstacle race organizzata in Italia da RCS Sport – RCS Active Team da oltre tre anni.
L’appuntamento ha aperto la stagione 2015 in una delle località turistiche più famose d’Italia, caratterizzata da una spiaggia di lunghezza record – circa 8 km –, l’ideale per organizzare la “prima volta al mare” della corsa più forte di tutte.
Nato in Germania nel 2007, il format offre ai runner un’esperienza emozionante per mettersi alla prova, superare i propri limiti e tentare di strappare il miglior tempo su un percorso ricco di “insidie”. Ma ciò che rende la Fisherman’s Friend StrongmanRununa corsa diversa da tutte le altre è la goliardia che la contraddistingue. Per partecipare non si richiedono solo muscoli allenati, fiato e un’alta dose di competitività, ma ironia, voglia di giocare, stare insieme agli altri e, soprattutto, divertirsi a fondo.
L’unica regola alla base di questa sfida così originale è quella di presentarsi al via nel più pazzo dei modi: volti mascherati, dipinti, travestimenti di ogni genere (dal vichingo a Rambo, dai Pokemon al puffo, fino ai Minions) per una giornata all’insegna della condivisione e dell’entusiasmo. Ecco perché la Fisherman’s Friend StrongmanRunè la corsa più “forte”, in tutti i sensi.

Il percorso di Bibione è stato definito Sprint: 10.5 km, composti da due giri di 5 km e rotti l’uno. Era così suddiviso: 50% sull’arenile, 25% sull’asfalto e 25% sullo sterrato. Suggestivi e impattanti i 7 ostacoli che i runner hanno dovuto affrontare: Wave Crash, Brooks Rubber Revolution, Sportweek Pyramids, Sand Delirium, Dirt Cube, Named Generation e Brooks Last Chance. In altre parole (per chi non c’era), piramidi di balle di fieno e dune di sabbia da scalare, una trincea di pneumatici da cui uscire integri e, per non farsi mancare nulla, un bel tuffo in mare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*