L’attività fisica rallenta l’invecchiamento cognitivo

Un cervello anche 10 anni più giovane grazie allo sport.

L’esercizio fisico, nelle persone anziane, è associato a un tasso più lento di declino della capacità intellettive, tipiche dell’invecchiamento. Chi infatti, pur essendo in là con gli anni, effettua costante movimento (da moderato a intenso) può contare su un cervello fino a 10 anni più giovane rispetto a chi non fa sport. Lo rivela uno studio basato pubblicato online su Neurology, la rivista medica della American Academy of Neurology.

“Il numero di persone di età superiore ai 65 anni negli Stati Uniti è in aumento, il che significa che l’onere sulla salute pubblica dei problemi cognitivi probabilmente crescerà”, sottolinea l’autore Clinton Wright dell’Università di Miami, in Florida. “Il nostro studio ha mostrato che le persone anziane che fanno regolare esercizio fisico possono giovare di un effetto protettivo, contribuendo a mantenere la proprie capacità cognitive più a lungo”.

[Photocredit besport.org]