Oliviero Toscani sul Referendum: «Sono andati a votare i “mona”»

«Chi è andato a votare nel referendum in Veneto è la minoranza intellettuale. Io non avrei detto niente su quei mona che sono andati a votare. Mi hanno chiesto cosa penso? Che sono dei mona». Così Oliviero Toscani è intervenuto stamane a Radio Padova, nel corso di una trasmissione sul dopo referendum per l’autonomia.

«Ognuno fa le sue scelte – ha aggiunto Toscani – Siete una radio di Padova, mi telefonate alle 8 del mattino per sapere il mio parere, io non è che vi devo dire ciò che volete sentirvi dire: io non avrei detto niente su quei mona che sono andati a votare. Mi hanno chiesto cosa penso? Che sono dei mona».

La forte differenza nell’affluenza alle urne tra città e paesi di campagna, anche in Lombardia, Toscani l’ha spiegata così: «Non a caso Milano è la prima città d’Italia per intellighenzia, e non a caso Milano è una città piena di immigrati; veneti, napoletani, siciliani, neri, africani. Milano è fatta così, è civile. Mentre i contadini là, che non parlano neanche italiano, cosa vuoi che votino?».

Dichiarazioni, quelle di Toscani, che subito hanno fatto discutere. D’altronde non è la prima volta che il noto fotografo pubblicitario suscita scalpore circa le sue dichiarazioni sui veneti, da lui ritenuti in passato già degli “ubriaconi”.