OSPEDALE DI FIRENZE: PARCHEGGI A PAGAMENTO, NUOVO SCANDALO

Firenze – Il parcheggio dell’ospedale di Careggi si paghera’. Questo e’ quanto deciso dall’amministrazione comunale per evitare che, cosi’ com’e’ oggi, ci sia una selva di parcheggiatori abusivi che, sostanzialmente, molestano chi cerca un posto auto per andare a trovare i propri cari ricoverati nella struttura ospedaliera. Problema risolto? Poveri illusi!! Problema -FORSE- spostato e ad un prezzo che, tanto per cambiare grava sugli utenti dei servizi.

Con una sola decisione, quella di far pagare il parcheggio, la pubblica amministrazione ha ottenuto:
– di continuare a venir meno ai propri impegni di non aumento dei costi della vivibilita’ della citta’. E’ dell’altro giorno l’aumento della fiscalita’ locale (Rc-auto e Tari) nonostante il Sindaco comunale e metropolitano avesse sempre sostenuto che di aumenti di tasse non se ne sarebbe parlato;
– di continuare ad incrementare il disagio (talvolta anche odio) che il cittadino medio ha nei confronti di chiunque, con le buone o le cattive (nel caso di Careggi), cerchi di carpirgli la carita’;
– di continuare ad allontanare i cittadini dalla fiducia per l’amministrazione, portandoli, in caso tutt’altro che poco frequenti, a far da se’ anche in dispregio del bene comune (il diffuso parcheggio selvaggio e’ solo un timido esempio); fiducia che viene meno perche’ i soldi per parcheggiare, l’utente mentre prima poteva scamparla, oggi paga e basta e anche senza il parcheggiatore abusivo che gli da’ una mano a cercare il posto libero.

A parte il fatto che questi parcheggiatori abusivi andranno da un’altra parte, siamo sicuri che, con la presenza di vigili non fosse importante dare anche un messaggio che la legge non si viola? Certo, i vigili costano, ma molto meno di quanto si spendera’, complessivamente e col tempo, con la decisione presa oggi del pagamento. Costano di piu’ un paio di vigili urbani o parcheggiatori abusivi (in genere disgraziati piu’ o meno immigrati clandestini) in pellegrinaggio? E quanto costa la fiducia dei cittadini?

Certamente quanto diciamo non risolve il problema (quello dell’immigrazione clandestina e dei lavori precari altrettanto clandestini e’ piu’ grande del Comune stesso), ma almeno lo tampona e non lo rende piu’ grave. Per pensare e agire in questo modo, pero’, ci vorrebbe la capacita’ di vedere oltre il proprio naso e non solo con le narici perennemente infilate nelle tasche dei contribuenti. Scrive Vincenzo Donvito, presidente Aduc,

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*