Patrioti maltensi rompono embargo del Governo e aiutano C-Star

Oggi gli abitanti di Malta hanno rotto l’embargo del loro governo e hanno rifornito l’equipaggio della C-Star di acqua e viveri. “Vogliamo ringraziare i Patrioti di Malta, in particolare Moviment Patrijotti Maltin e Defend MALTA, che hanno raccolto per noi questi beni di prima necessità e che si sono assunti il rischio di venire in nostro soccorso”.

“Questo atto coraggioso ci dimostra che la solidarietà patriottica, ed il coraggio, vincono sempre sul potere del denaro e delle menzogne mediatiche. Ci sono state proteste internazionali contro l’atto illegale ed inumano del governo maltese che non ha solo negato il rimpatrio, ma ha anche voluto tagliare i rifornimenti ad un equipaggio di 16 persone”.

“Invitiamo tutti i patrioti Maltesi a rendere noto il loro disappunto verso questa manovra politica e seguire l’esempio dei nostri soccorritori. Siamo fermi all’ancoraggio del banco di Hurd, a qualche miglia ad est della Valletta. Che vogliate portarci viveri o semplicemente salutarci, saremo felici di ricevere visite! Sostenete l’equipaggio di Defend Europe!”, sostengono in una nota.

Così, dopo le notizie di qualche giorno fa, che vedevano la nave dell’organizzazione di estrema destra “Generazione Identitaria” (franco-tedesca-italiana) C-Star, respinta prima da Tunisia e poi da Malta, ora quest’ultima registra un’ondata di solidarietà da parte del popolo maltese che, opponendosi al governo, ha aiutato l’equipaggio.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*