Profughi in marcia: Maurizio Fugatti (LN) chiede l’espulsione

Trento – Nella mattinata odierna circa 200 profughi hanno manifestato per le vie della città di Trento in pieno centro chiedendo documenti e protezione internazionale. La protesta e’ continuata fino davanti alla Questura di Trento dove l’entrata della stessa e’ stata letteralmente occupata dai profughi.

Siamo arrivati al punto che un simbolo della sicurezza e della legalità dello stato italiano viene preso d’assedio da profughi sotto gli occhi impotenti delle forze dell’ordine.
Andrebbero denunciati tutti per interruzione di pubblico ufficio e per manifestazione non autorizzata e conseguentemente espulsi dal territorio italiano.

Le scene viste oggi a Trento siamo soliti vederle al Cara di Mineo nella Sicilia orientale, e questo e’ il risultato della incapacità trentina nel sistema della accoglienza, dove il Presidente Rossi non ha mai voluto opporsi alle scelte del governo Renzi ed ha sempre accettato supinamente qualsiasi decisione. E’ quanto scrive Maurizio Fugatti in una nota alla stampa.