Trento. I 5Stelle scendono in strada e non partecipano ai lavori del Consiglio comunale

I Cinquestelle fuori dal Consiglio comunale di Trento. Non è una espulsione o qualche astrusa sentenza del TAR, ma la loro volontà di non confrontarsi con una giunta che nei fatti non si conosce. I problemi del Sindaco Andreatta stanno pesando sull’amministrazione della città e i pentastellati stanno protestando per chiedere le dimissione del Sindaco. Andrea Maschio afferma: “avevamo due interrogazioni con l’assessore dell’ambiente che probabilmente è dimissionario. Non sappiamo che valore hanno simili interrogazioni vista la delicata situazione. Rientreremo in consiglio solo quando sapremo chi comanda la giunta”. 

Assieme ai Consiglieri comunali del M5S sono rimasti sul portone di Palazzo Thun – in segno di protesta – anche il Consigliere provinciale Filippo Degasperi e alcuni attivisti. Pattini, esponente del PATT, ha lasciato alle 20 Palazzo Thun. Il PATT è stato al centro delle vicissitudini che porteranno nelle prossime ore a un rimpasto della Giunta Comunale.

La protesta dei 5stelle era rivolta nei confronti di un Sindaco debole, che soffre dei continui ricatti politici esercitati dalla coalizione che solamente un anno fa gli ha permesso di ottenere un secondo mandato.

Quale sarà l’esito? Si saprà solamente nelle prossime ore anche se i 5stelle avvertono che non rientreranno in Consiglio sinché non sarà fatta chiarezza.