Valsugana. Anziana novantenne riconosce rapinatrici e le fa arrestare

Un’anziana subisce un furto in casa di denaro e gioielli per 5.000 euro ma riesce a riconoscere la responsabile e ciò ha consentito ai carabinieri di concludere le indagini. Protagonista una donna di 92 anni della Valsugana.

L’anziana si è detta certa di riconoscere le due donne che si erano allontanate dal suo appartamento dopo il colpo. I carabinieri, dopo aver rintracciato un testimone che ha fornito loro modello e parte della targa di un mezzo usato dalle ladre, ha mostrato all’anziana derubata le foto di più donne, nella speranza che riconoscesse le sospettate. L

a novantenne ne ha riconosciuta una e a questo punto, ottenuta l’autorizzazione dal magistrato, i carabinieri hanno perquisito il campo Rom di Trento. I militari non hanno trovato la refurtiva ma hanno raccolti elementi per arrivare alla denuncia della presunta responsabile del furto.

Una donna di 81 anni, in Friuli – Venezia Giulia, non è stata altrettanto fortunata ed è stata raggirata da due uomini che sono riusciti a sottrarle 9 mila euro.

I due – uno sulla settantina, con accento francese, il complice di circa 50 anni, italiano – hanno avvicinato l’anziana nel parcheggio della Fiera di Pordenone invocando un aiuto economico per supportare famiglie bisognose, alcune delle quali di conoscenza della vittima.

Per dimostrare la loro buona fede, hanno convinto la donna a seguirli nel sedicente studio di un notaio, per redigere un atto formale circa la destinazione della somma, pattuita in 25 mila euro.