VENDETTA ANARCHICA: UNA SASSAIOLA CHE LI ETICHETTERA’ A VITA, IN TRENTINO QUASI TUTTI I RAGAZZI MILITANO NEI VVF GIOVANI

Trento – A volte è meglio che accadano, parliamo delle bravate dei giovani, sì, è meglio che accadano, come quella che ha coinvolto una decina di anarchici, che hanno fatto sassaiola contro la Caserma dei Vigili del fuoco ieri notte alle 23.00. Così, accadendo, cade il velo di fascino che queste faccende hanno per i giovani: in Trentino la metà dei ragazzi fa parte del corpo dei Vigli del Fuoco junior, un atto così masochistico non poteva essere meglio inflitto, una figuraccia penosa per i manifestanti.

Le parole del Sindaco Alessandro Andreatta: “L’aggressione della scorsa notte alla caserma dei vigili del fuoco di Trento è un atto intollerabile. Intollerabile come ogni atto di violenza gratuita, intollerabile ancor di più perché, a quanto pare, si tratta di una vile ritorsione contro l’impegno e il lavoro dei vigili del fuoco, il cui unico torto è quello di aver compiuto e di compiere tutti i giorni con scrupolo il proprio dovere. Questa non è solo un’azione vandalica. Questa è un’azione spregevole, perché colpisce un’istituzione che ha la sua ragion d’essere nella tutela dei cittadini.
Auspico che i responsabili vengano presto individuati e che siano chiamati a rispondere delle loro azioni. La nostra comunità non può tollerare questo tipo di comportamenti, che nulla hanno a che vedere con l’espressione del dissenso. Ai vigili del fuoco, al comandante Stefano De Vigili va dunque la solidarietà e la vicinanza mia personale e del Comune di Trento.”

Le parole di Giacomo Bezzi:”Piena solidarietà ai Vigili del fuoco permanenti di Trento per l’assalto alla caserma di ieri sera a Trento. I VVF si sono resi colpevoli agli occhi di questi estremisti, aiutando le forze dell’ordine a sgomberare gli ex asili di via Manzoni e via Mattioli occupati dagli anarchici.”

“Episodi di questo genere non hanno bisogno di commenti, la vendetta degli anarchici ai danni della Caserma in piazza Centa ha un amaro sapore. Un vile attacco contro un’organizzazione di soccorso pubblico, avente lo scopo di
salvaguardare la vita delle persone, l’ambiente e l’integrità dei beni che da sempre è a servizio della sicurezza di tutti ed impegnati in interventi durante i quali rischiano la propria vita. Auspico che si faccia immediatamente chiarezza e si identifichino quanti si sono resi colpevoli di questo spregevole gesto” scrive in una nota l’On. Giacomo Bezzi.

Martina Cecco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*