Giovedì parte il sesto TrentinoBookFestival di Caldonazzo

Ventotto incontri letterari, sesta edizione del festival del libro di Caldonazzo, cinque spettacoli per bimbi, quattro giorni di cultura, tre mostre allestite, due caffè dibattito e una piccola opera rock. Giovedì alle 18.45 ricomincia il TrentinoBookFestival con due anteprime dedicate alla Prima guerra mondiale ed un libro pieno di aneddoti dedicato ai mocheni. Tante storie dedicate al limite a partire da quelle calcistiche di Carlo Martinelli venerdì alle 17. Quindi la violenza alle donne nei romanzi di Sara Rattaro, i venti passati di guerra con i Wu Ming e quelli attuali con Giulietto Chiesa. Sabato le storie di immigrazione con Francesca Barra (12.15 Casa della cultura), la malattia vissuta da un medico alle 16.30 con Mario Melazzini, la via crucis vaticana di Gianluigi Nuzzi (17.50).
Prima dello spettacolo al Palazzetto con Roberto Vecchioni (21.30) c’è una vicenda attuale, la caparbietà di Serenella Antoniazzi, imprenditrice che non vuole far fallire la sua azienda (19.10). Quattro giorni di TrentinoBookFestival nei quali non splenderà un cocente sole estivo, ma non dovrebbe nemmeno piovere, favorendo quindi un’atmosfera adatta per gli incontri culturali. Domenica alle 11.45 al Ristorante Pineta degustazione guidata da Francesca Negri, mentre alle 15 nel vicino campo sportivo sarà il “barone” Franco Causio a raccontare i suoi successi calcistici. Alle 17.15 l’attualità ed i rapporti con l’Islam raccontati da Magdi Allam, per finire con Serena Dandini alle 19.45 che parlerà della precarietà del lavoro, prima di lasciare spazio alle 21.30 con la chiusura in musica e fra le stelle proposta da Audiospettro e Eye in the Sky. Nei quattro giorni di #tbf16 saranno aperte mostre su Roald Dahl in piazza Vecchia, su Paolo Monelli al fronte in Municipio e la mostra off limits alla casa della cultura del giovane collettivo artistico Art4ca$h. Programma completo e anticipazioni con i protagonisti