Commercio estero: +7% Made in Italy alimentare, è record

Crescono del 7 per cento le esportazioni dei prodotti alimentari che nel 2015 fanno registrare le migliori performance tra i diversi settori merceologici, anche sotto la spinta dell’effetto trainante di Expo. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sui dati Istat relativi al commercio estero nei primi 10 mesi del 2015.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente le esportazioni di prodotti alimentari aumentano sia nei Paesi dell’Unione europei con un tasso del 4,2 per cento che in quelli extraeuropei con un +9,4 per cento anche grazie al cambio favorevole ma nonostante le difficoltà sul mercato russo a causa dell’embargo.

“Un andamento che – continua la Coldiretti – spinge le esportazioni dell’agroalimentare Made in Italy verso il record storico di 36 miliardi di euro nel 2015”.

“Con questi risultati sul commercio estero l’agroalimentare, insieme al turismo, è probabilmente il settore che piu’ di altri sta beneficiando dell’effetto traino dell’Esposizione Universale”, ha affermato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo nel sottolineare che il prodotto dell’agroalimentare piu’ esportato dall’Italia nel mondo è il vino, ma rilevanti sono anche le spedizioni all’estero di ortofrutta, quelle di pasta e di olio di oliva.

“I 2/3 del fatturato si ottengono con l’esportazione di prodotti agroalimentari verso i paesi dell’Unione Europea, ma il Made in Italy – conclude la Coldiretti – va forte anche negli Usa che sono il principale mercato di sbocco extracomunitario”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*