Immigrazione: dopo Barcellona, anche Madrid chiede più rifugiati

Contro all'”Europa dei muri”, almeno 2.000 persone hanno manifestato a Madrid davanti al Ministero degli Esteri a difesa dei profughi per richiedere una nuova politica di asilo in cui la vita dei rifugiati sia una priorità imprescindibile.

I cittadini hanno manifestato con cartelli sui quali balzava la scritta “Poniamo fine a questa vergogna” e “Madrid vuole dare il benvenuto”, e hanno chiesto così che il Paese accolga i migranti, mettendosi contro l’accordo tra l’Unione Europea e la Turchia sul controllo del flusso migratori.

Sabato scorso è rimbalzata sui media internazionali la notizia secondo cui anche a Barcellona migliaia di persone erano scese in piazza per chiedere al governo centrale di Madrid di rispettare gli impegni presi sull’accoglienza dei rifugiati.

In quell’occasione Gabriele Adinolfi si trovava in Spagna, e ha avuto modo di verificare sul posto l’autenticità della notizia, spiegando senza tanti giri di parole che la grande manifestazione a favore dell’accoglienza ad oltranza si era rivelata in realtà “un fiasco”: intanto perché “una grossa fetta di manifestanti era costituita da immigrati” stessi, in secondo luogo perché – sebbene si prevedesse mezzo milione di manifestanti in piazza, la cifra che si è poi registrata va dai 50.000 ai 160.000 cittadini.

Non certo un successo per chi andrebbe contro un’Europa “populista e xenofoba” che chiede maggiori sicurezze e protezioni – come in questo caso, che a pretendere più accoglienza sono state 2.000 persone in tutta la Capitale spagnola.

[Photocredit: Dagospia]