La più grande nave da guerra giapponese sta scortando un’imbarcazione Usa

Ieri la Corea del Nord ha dichiarato che continuerà i suoi test missilistici, aggiungendo che spingerà il suo potenziale nucleare al massimo per rispondere a ciò che ha definito “l’aggressione” e “l’isteria” degli Stati Uniti d’America. Intanto il Giappone ha inviato la sua nave di guerra più grande per scortare un’imbarcazione statunitense nelle sue acque territoriali.

 

Questa è la prima operazione di questo tipo da parte del Giappone da quando è passata una legge che espande il ruolo del suo esercito anche alle missioni militari estere. La portaelicotteri Izumo sta scortando una nave Usa che contiene rifornimento per la flotta navale statunitense della regione, incluso il gruppo della portaerei Carl Vinson.

La Corea del Nord ha minacciato di affondare la Carl Vinson e un sottomarino degli Stati Uniti; nel frattempo crescono le tensioni nell’area asiatica orientale. Pyongyang ha eseguito e fallito l’ultimo test missilistico domenica 30 aprile, nonostante i ripetuti avvertimenti degli Stati Uniti e di altri Paesi Onu, che chiedono da tempo di interrompere attività nucleare e missilistica – anche a costo di denunciare tali atti e di imporre sanzioni al regime di Kim Joung-un.

In merito il Presidente Usa Donald Trump ha affermato venerdì 28 aprile 2017 che un “serio conflitto con la Corea del Nord è possibile”.

[Photocredit: PolisBlog]