La Corea del Nord ha lanciato un missile nelle acque del Giappone

La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico intercontinentale (ICBM) nel cuore della notte e all’interno delle acque territoriali giapponesi. Il primo lancio del genere da parte del regime. Il missile, ritenuto un ICBM dal Pentagono basato su valutazioni iniziali, è stato lanciato da Sain Ni nella Corea del Nord e volò per circa 620 miglia prima di atterrare nel Mar del Giappone.

L’ agenzia di stampa Yonhap della Corea del Sud, che ha riferito per prima del lancio, ha detto che il lancio del missile è avvenuto intorno alle 3 del mattino in Corea del Nord. Secondo quanto riferito, le forze armate della Corea del Sud hanno lanciato un missile con “tiro di precisione” in risposta.

È stato determinato dal North American Aerospace Defense Command (NORAD) che il razzo”non rappresentava una minaccia per il Nord America, i nostri territori o i nostri alleati”, ha detto a Fox News il portavoce del Pentagono Col. Robert Manning III.

L’ufficio del Primo ministro del Giappone per le informazioni sulla gestione delle catastrofi e delle crisi ha twittato poco dopo il rapporto: “La Corea del Nord ha lanciato un missile che ha la possibilità di arrivare nelle acque territoriali del nostro paese”, secondo una traduzione. NHK, l’organizzazione nazionale di trasmissione pubblica giapponese , ha citato le forze armate della difesa e ha detto che il missile potrebbe essere sbarcato nelle acque territoriali giapponesi, dove ha giurisdizione il Giappone. Si può quindi considerare un attacco al Giappone?