Lo scandaloso silenzio dell’UE che tifa per Madrid

“La libertà e il diritto all’autodeterminazione non si fermano né con le minacce né con i carri armati: la libertà è un diritto naturale che il popolo Catalano giustamente rivendica e che niente e nessuno gli potrà negare. Non sono i catalani ad essere sovversivi: sono Madrid, il Governo Rajoy e la sempre più insulsa Unione Europa i veri sovversivi e antidemocratici, dal momento che stanno calpestando con la violenza il più elementare diritto di espressione del popolo catalano”.

Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Nord Mara Bizzotto.

“Noi stiamo e staremo sempre dalla parte del popolo catalano che chiede legittimamente di votare, in modo libero e democratico, sul proprio futuro e sulla propria indipendenza – continua l’eurodeputata Bizzotto – Purtroppo siamo di fronte ad una vergogna senza fine sia da parte della Spagna, che sta scrivendo una delle peggiori pagine della democrazia occidentale, sia da parte dell’UE che sta permettendo, con inusitata vigliaccheria, la sospensione dei diritti civili e la violenta repressione operate dal governo spagnolo. Il rifiuto di Bruxelles di fare da mediatore tra Madrid e Barcellona e le dichiarazioni contro il referendum catalano della Commissione UE rappresentano uno scandalo che grida vendetta”.

Nel frattempo, domani saranno quasi 5 milioni e mezzo gli elettori con diritto di voto. Il Governo ha annunciato che saranno aperti 2.315 collegi elettorali con 6.249 seggi.