Musulmano querela noto fastfood per una pizza al salamino

Un uomo musulmano in Michigan ha intentato una causa da 100 milioni di dollari contro Little Caesars perché, afferma l’uomo, ha ricevuto e consumato una pizza con carne di maiale.

La notizia, così come riporta il Detroit Free Press, è emersa dopo che Bazzi si è ritrovato non con una pizza halal, ma con una che aveva del salame di maiale. La scatola per pizza che ha ricevuto era lo stesso etichettata “halal”, secondo la querela.

La moglie di Bazzi ha scoperto che il salame era di  maiale perché lei si è convertita all’Islam, prima era di fede cattolica. Bazzi ha anche esperienza con gli ingredienti della pizza, dice, perché una volta ha lavorato in una pizzeria.

“Non hanno alcun riguardo per le convinzioni religiose delle persone”, ha affermato l’avvocato del musulmano che poi ha anche affermato: “Questa è una violazione della fede musulmana. Non si può distribuire maiale usando un’etichettatura erronea come halal e farla franca. Questo dimostra che l’america non funziona. Una società miliardi di dollari non può farla franca.”

“Little Caesars nutre i suoi clienti di tutte le religioni e le culture, e le comunità in cui operiamo sono molto importanti per noi”, ha detto l’ufficio stampa della nota catena statunitense in una dichiarazione ottenuta dalla stampa locale.