Pinzolo: incontro con il vice Console statunitense Heather Beggs

Domenica sera, presso l’Hotel Olympic Palace a Pinzolo, si è svolto l’incontro fra la popolazione e il vice Console USA della sede di Milano Heather Beggs; presenti anche Albert Ballardini (vice sindaco di Pinzolo), Benny Masè (organizzatore dell’evento, nonché referente “warden” Trentino per i cittadini americani) e Joseph Masè (Sindaco di Giustino e Presidente del Parco Adamello Brenta).

L’incontro è stata l’occasione per un confronto su moltissimi temi importanti. A tal proposito, il vice Console Beggs ha fornito alcune indicazioni utili ai presenti, al fine di poter adempiere al meglio le funzioni del Consolato, come ad esempio in materia di passaporti e di sicurezza dei cittadini americani residenti all’estero:

 In primo luogo, il vice Console ha ricordato che è previsto il rinnovo per posta del passaporto americano, in caso di scadenza inferiore ai 5 anni. In merito, scaricando l’apposita modulistica dal sito web del Consolato, si può spedire tutto alla sede di Milano pagando le spese per il rinnovo con un assegno circolare; il rinnovo per posta è valido solo per i cittadini che abbiano compiuto i 16 anni.

 In secondo luogo, è stata ricordata l’importanza del Social Security Number, necessario per poter richiedere o rinnovare il passaporto statunitense. La richiesta del Social Security Number non prevede costi aggiuntivi, salvo per delle consulenze necessarie per situazioni particolari.

 Successivamente, visto che è un periodo in cui si parla molto di elezioni, il vice Console Beggs ha fatto presente che in ben 32 Stati degli U.S.A. è ammesso il voto dei cittadini residenti all’estero, i quali devono rinnovare a tal fine la richiesta per votare, mediante la quale vengono iscritti in apposite liste. Inoltre, è possibile il voto online o via email, senza il bisogno di recarsi personalmente alla sede di Milano.

 Infine, la vice console ha evidenziato l’importanza di avere la doppia cittadinanza italo-americana: da non sottovalutare tra l’altro che è fondamentale per i cittadini italo-americani entrare negli U.S.A. con il passaporto italiano e uscire con quello americano.

In conclusione, c’è stato anche il confronto con il pubblico dove sono emersi molti timori, specialmente in merito alla questione fiscale. Benny Masè, che ha svolto la professione di arrotino a Chicago per vent’anni, ha poi ringraziato tutti presenti assieme al vice sindaco Ballardini, trasferitosi dagli U.S.A. all’Italia ha soli 5 anni, mentre il sindaco Masè, anche lui di cittadinanza italo-americana, ha anche svolto l’importante ruolo di traduttore delle parole del vice console Beggs al fine di poter chiarire tutti gli aspetti trattati durante la serata. Una grande occasione quindi per la comunità per poter conoscere le novità della normativa statunitense ed internazionale.

Sergio Manuel Binelli