“Luserna terra di carbonai, malghesi … emigranti”

luserna“Un libro che nasce da un vivo desiderio di sapere, di osservare da vicino la vita dei nostri predecessori e di offrire una visione documentata della nostra storia. Perché un paese che non ha una storia, nel tempo viene dimenticato”. Con queste parole, Arturo Nicolussi Moz, ha concluso oggi in Regione a Trento la presentazione del libro “Luserna terra di carbonai, malghesi… emigranti”, realizzato con il sostegno dell’Assessorato regionale alle minoranze linguistiche.

Nel volume, grazie ad un’attenta ricerca d’archivio, vengono narrate alcune importanti vicende della storia e degli usi e costumi della comunità cimbra e del suo sviluppo nei secoli. “Opere come questa – ha detto l’assessore regionale Giuseppe Detomas nel corso della presentazione – contribuiscono a frenare il fenomeno dell’assimilazione culturale ed a preservare le comunità di minoranza, che sono un patrimonio ed una ricchezza per tutto il Trentino, in quanto ci offrono la fisionomia di una comunità regionale composita. Il libro – ha aggiunto Detomas – rappresenta un tassello fondamentale per riannodare i fili della memoria, di cui i “lusérnar” possano andare fieri, perché sono risusciti a percorrere tappe importanti e ad affrontare e superare momenti difficili, riuscendo a mantenere viva la lingua e le tradizioni”.

Oltre all’autore e all’assessore regionale alle minoranze linguistiche Giuseppe Detomas, erano presenti il sindaco di Luserna, Luca Nicolussi Paolaz, Gianni Nicolussi Zaiga, presidente dell’Istituto Culturale Cimbro e Mario Nicolussi Zom della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*