Sabato 1 ottobre a Trento matriciana vegana per Amatrice

L’evento “Amatriciana-Veg Solidale”, organizzato dalla LAV Trentino ed in programma per sabato 1 ottobre, a partire dalle 10,  presso la sede dell’associazione in via Suffragio 15,  ha lo scopo di raccogliere – in modo rispettoso del Pianeta e degli animali –  fondi in favore delle popolazioni colpite dal terremoto.  Nei due gazebi che verranno allestiti all’esterno della sede, la LAV si prepara ad offrire gustosi piatti di pasta con ingredienti veg & biologici, e non solo, ci saranno infatti anche dolci, brioches, caffè e bibite.
Siamo pronti a ricevere qualche centinaio di persone durante tutto l’arco della giornata, e se ci saranno molte richieste non ci tireremo certo indietro, grazie alla presenza stabile durante tutto il giorno di oltre una decina di volontari ” afferma Simone Stefani, responsabile della sede trentina della LAV. “Su indicazioni della protezione civile di Trento, le offerte raccolte con i piatti di Amatriciana-Veg verranno destinate ad un progetto di solidarietà e ricostruzione. Ci piacerebbe ad esempio contribuire ad acquistare materiale didattico per i tanti studenti colpiti dal sisma“.

 

Come nel resto del Paese, anche in Trentino-Alto Adige le persone si sono dimostrate estremamente solidali con tutti, animali compresi. I beni di prima necessità raccolti dalle sedi LAV di Trento e Bolzano, tra cibo per animali, coperte, medicinali, trasportini e molto altro, hanno superato i 20 quintali.

 

Siamo felici di poter aggiungere anche questa giornata di solidarietà a quello che la LAV ha già fatto sui luoghi del disastro grazie alla task force istituita insieme al Corpo Forestale dello Stato“, spiega Stefani  e conclude “la LAV Trentino aspetta tante persone generose e curiose di apprezzare piatti gustosi e veg: alla nostra ‘Amatriciana-Veg Solidale’ la protagonista sarà l’empatia per tutti coloro, umani ed animali, su cui si è abbattuta la violenza del terremoto’.