Lettera al Direttore: Verso un nuovo Governo, come sarà

Spoglio completo, è possibile ipotizzare come sarà composta la nuova maggioranza .

Matteo Renzi verrà fatto fuori in una settimana e sarà sostituito da un Andrea Orlando, Paolo Gentiloni, da un Dario Franceschini – pagina ufficiale, da un non so chi. Mattarella affiderà l’incarico di formare il governo al M5S, cioè a Luigi Di Maio che, salvo sorprese, non ci riuscirà. Quindi, potrebbe dare l’incarico a Pietro Grasso, che cucirà l’alleanza tra MoVimento 5 Stelle – Liberi e Uguali – Partito Democratico senza i renziani che resteranno all’opposizione. Questa è una maggioranza che può governare e sarà tenuta insieme da un governo di giudici, da una politica etica, da Piercamillo Davigo, dal Nino Di Matteo, già candidato al Viminale.

Per quanto riguarda un accordo tra Movimento cinque stelle e lega, Salvini ha già dichiarato, martedì in conferenza stampa, che governerà solo col Centrodestra visto che Di Maio ha cambiato idea molte volte.

Oltre all’estrazione dell’elettorato, Lega e Cinque Stelle sono lontani su fisco e welfare. La Lega ha sposato la causa della flat tax, una tassa fissa con aliquota del 15% su tutti i redditi. I Cinque stelle propogono riduzioni e no tax area, ma in un’ottica più vicina ai criteri di progressività. Anche sul welfare, si crea una frattura sulla proposta pentastellata del reddito di cittadinanza, giudicata «una bufala» in ambienti leghisti.

Fantapolitica? Forse, quel che però è certo è che per formare un governo serve o il M5S o la Lega – Salvini Premier.

Filippo Spagnoli