Zaia: “Bitonci ha ottenuto più voti che nel passato”

“Dalla tornata delle elezioni amministrative escono due rilevanti dati politici. Il primo è la scomparsa dei 5Stelle: è facile predicare, ma quando poi bisogna mettere in pratica i sermoni la gente ti guarda e giudica”, è con queste parole che Luca Zaia interviene in merito alle elezioni amministrative che hanno coinvolto molti comuni del Veneto tra cui Verona e Padova. Il governatore è sostanzialmente soddisfatto del resultato, reso ancora più dolce dalla sconfitta del M5S. “Quando c’è da governare, i grillini pare non facciano più parte della chiamata da parte degli elettori, anche perché il loro consenso si aggrega sempre sullo scardinare e mai sul costruire qualcosa”, ha affermato per poi dire che il risultato delle amministrative riporta in auge il bipolarismo e l’abbandono di un sistema proporzionale.


“I cittadini vogliono un meccanismo tale per cui chi prende più voti va a governare, e non vogliono delegare i partiti a scegliere eventuali premier e alleanze attraverso inciuci post-elettorali. E, in questo quadro, emerge la conferma piena che laddove il centrodestra è unito, non ce n’è per nessuno e vince. Guardate Conegliano: nessun inutile dibattito, si è parlato solo di come governare al meglio la città, senza offese per nessuno o sterili polemiche, e si è vinto al primo turno”.
Soddisfazione quindi per Zaia in merito ai risultati ottenuti in Veneto: “Portiamo a casa molti comuni, anche con candidati assolutamente nuovi: due per tutti la nuova sindaca di Godega di Sant’Urbano Paola Guzzo e Arianna Lazzarini a Pozzonovo. A Verona e Padova i due candidati vanno al ballottaggio, Bitonci addirittura con più voti di quando si presentò la prima volta”.