Bolzano. Urzì (FDI): "Con Lega entro l’autunno un programma di governo condiviso per la città"

Il Consigliere provinciale di Fratelli d’Italia – L’Alto Adige nel cuore Alessandro Urzì è intervenuto nella mattinata di ieri per parlare del futuro del partito all’interno dello scenario politico altoatesino.

Alessandro Urzì, attraverso una nota, ha dichiarato: “Fratelli d’Italia e l’Alto Adige nel cuore non si faranno intimidire e in alcun modo mettere in soggezione dagli atteggiamenti sinora dimostrati dall’Obmann della Südtiroler Volkspartei Philipp Achammer riguardo il ruolo che proprio Fratelli d’Italia e L’Alto Adige nel cuore potranno avere nella futura nuova maggioranza di governo a Bolzano e pensiamo anche in altri grandi centri della provincia. Il nostro rapporto nei riguardi della Lega rimane chiarissimo ed è inalterato dopo i colloqui cordiali, costruttivi, leali con il Commissario provinciale Maurizio Bosatra, confermati ancora oggi, a seguito di una telefonata improntata all’estrema concretezza”.

Proseguendo nel suo intervento il Consigliere de l’Alto Adige nel Cuore ha aggiunto: “in provincia abbiamo dato un tempo ragionevole – 1 anno, 1 anno e mezzo – per valutare la portata del cambiamento, nel capoluogo abbiamo chiarezza sul fallimento integrale della linea Caramaschi sul fronte della viabilità, della sicurezza, dei servizi. Una maggioranza alternativa non può che vedere Fratelli d’Italia e L’Alto Adige nel cuore protagonisti assoluti e anche indispensabili per i numeri. Con la Lega si definirà entro l’autunno un programma di governo condiviso per la città e le sintonie sono già pressoché totali. Non saranno, ne potranno essere antichi atteggiamenti di una certa giovane/vecchia classe dirigente della Svp, nostalgica di Caramschi, a poter mettere in discussione un progetto di rinnovamento anche a Bolzano”.

Secondo il Consigliere sarebbero già diverse persone, all’interno di SVP, ad essere favorevoli ad una possibile alleanza con il centrodestra, come già accade a Laives, Bronzolo e Brunico. Urzì ha poi evidenziato come ad essere problematiche siano invece “le fughe in avanti” su temi fondamentali come l’abolizione del Commissariato del Governo.

Successivamente Alessandro Urzì ha specificato come la vera sfida sia quella di comprendere gli umori dei cittadini, aggiungendo come liste di proscrizione e battaglie in Consiglio provinciale non appartengano al loro credo, che invece si basa su un programma chiaro ed identificabile per la città di Bolzano.

“Per quanto ci riguarda con l’autunno e comunque prima delle elezioni comunali, tutto quello che concerne i rapporti tra le componenti politiche in campo sarà definitivamente chiarito. Il rapporto con la Lega rimane assolutamente invariato” ha poi concluso il Consigliere Alessandro Urzì.