De Bertoldi (FDI): "Un trentino su quattro è a rischio povertà"

L’esponente di Fratelli d’Italia e candidato del Centrodestra nel Collegio senatoriale di Trento, Andrea de Bertoldi, prende fermamente posizione in merito ai recenti dati ufficiali Eurostat in base ai quali il Trentino tra il 2007 ed il 2016, pur godendo di un’Autonomia Speciale, “ è la regione d’Europa con l’aumento percentuale maggiore per il rischio di povertà “, ed inoltre  un Trentino su quattro sarebbe nel 2016 a rischio povertà. Nello specifico de Bertoldi stigmatizza pure il perdurare delle differenze con la vicina Provincia di Bolzano, per il quale nello stesso periodo la situazione era esattamente contraria, come peraltro era stato già evidenziato lo scorso autunno in un Convegno dell’Associazione Farefuturo per il Trentino, dallo stesso presieduta, laddove commentando i dati istat sul Pil e la disoccupazione era emerso un divario tra i sistemi economici delle due Province, che solo una quindicina di anni fa presentavano invece dati simili.
Il fatto poi che il Governo Provinciale PD-PATT perseveri nel negare l’evidenza, aggravando quindi lo status dell’Economia provinciale, viene purtroppo confermato dalla stessa maggioranza della sinistra autonomista (Rossi – Olivi), che risponde -de facto- smentendo i dati ufficiali, in guisa di quel genitore che risponde ai brutti voti del figlio sconfessando il Professore!
De Bertoldi ritiene che dopo un decennio di mala amministrazione PD – PATT, a livello nazionale e locale, sia necessaria un’immediata reazione dei Trentini per ridare speranze ai cittadini ed operatori economici, ritornando a primeggiare assieme alla Provincia Autonoma di Bolzano, come si ribadisce avveniva fino agli anni 2000, invece che recitare la parte del vassallo debole e subalterno, destinato quindi a perdere vieppiù posizioni e competitività.