Ennesima aggressione su pullman a Trento. Osele: “Ora basta!”

Ennesimo episodio di violenza sull’autobus scolastico ai danni di un ragazzino quattordicenne di ritorno da scuola, frequenta l’Enaip di Villazzano, scuola nota per le numerose aggressioni avvenute negli ultimi anni, non solo all’interno dell’edificio scolastico ma anche nelle pertinenze dello stesso, come in questo caso sull’autobus di ritorno.

Stefano Osele in merito ha affermato: “Sono solidale con il ragazzo aggredito e comprendo la sua paura, la soluzione non è certamente semplice, è un problema che ormai si annovera ogni anno scolastico, individuare i responsabili in primis, con l’aiuto del ragazzo aggredito e successivamente lasciare la giustizia fare il suo corso, magari costringendo gli aggressori a svolgere un periodo di servizi socialmente utili potrebbe aiutare a ridurre questi tristi episodi”.

Osele lancia come proposta quella di mettere una presenza di forze dell’ordine sull’autobus, quello di ritorno, dove si verificano più frequentemente aggressioni e vandalismi.

“Provvederò – conclude Osele – a presentare un’interrogazione scritta all’assessore Franzoia per attivare un percorso di prevenzione al bullismo all’Enaip di Villazzano, il problema deve essere risolto, basta assenteismo da parte delle istituzioni. Auguriamo alla famiglia del ragazzo che non si ripeta più nulla di simile”.