Fraccaro, M5S: “la stampa ci attacca, ma siamo gli unici a rendicontare”

“A intervalli regolari la stampa locale cerca di attaccare il M5S pubblicando notizie pretestuose e distorsive della realtà sulla mia attività di portavoce”.

Così, in una nota ufficiale Riccardo Fraccaro, portavoce alla Camera dei Deputati per la circoscrizione trentina, in merito alle polemiche sollevate da alcuni organi d’informazione, della stampa locale, sul suo operato politico e le relative spese economiche.

Proseguendo, “oggi ‘L’Adige’, uno dei principali quotidiani del Trentino, dedica ampio spazio alla “notizia” dei 13.487 euro da me spesi per organizzare eventi sul territorio. Polemiche sterili e surreali, quindi, che “L’Adige” può montare perché noi parlamentari del M5S rendicontiamo puntualmente tutte le spese, visto che non abbiamo nulla da nascondere. Perché non pubblicano anche le cifre di quanto hanno speso e restituito i partiti? Forse perché quelli si limitano a intascare, senza rendicontare nemmeno un centesimo”.

E ancora, “il MoVimento 5 Stelle è l’unica forza politica i cui portavoce, oltre a tagliarsi lo stipendio, rinunciano anche all’indennità di funzione e a ogni altro privilegio connesso alla carica che ricoprono, come auto blu e spese di rappresentanza. I soldi che ci tagliamo vanno a sostegno delle Pmi, per favorire l’occupazione e la crescita dell’economia reale. Grazie alla nostra trasparenza sono state concesse circa 3.000 richieste di microcredito”.

Concludendo, infine: “in questi 3 anni ho restituito 170.000 euro, così si tagliano i costi della politica e invito i partiti a fare come noi: #dimezzatevilostipendio”.