M5S di Trento in linea con l’appello degli Architetti e degli Ingegneri

Stando a quanto emerso in data odierna sulla stampa, come consiglieri del Movimento 5 Stelle di Trento, non possiamo che concordare e valorizzare quanto espresso dalla Presidente degli Architetti in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri.

“Come consigliere di minoranza, ma anche e sopratutto per gli otto lunghi anni ci consigliatura nell’Ordine degli Ingegneri (due mandati), sono pienamente consapevole che il coinvolgimento politico degli Ordini professionali viene regolarmente effettuato a giochi già fatti e non permette di modificare alcunchè di sostanziale. Lo stesso avviene in Consiglio almeno per quanto riguarda le minoranze.” – sottolinea Andrea Maschio, peraltro membro della Commissione Urbanistica – “Nel merito dei vari Piano e/o Busquets ho, sia in Consiglio che in Commissione, espresso chiaramente la nostra contrarietà a chiamare esperti esterni che hanno il solo scopo di far approvare, con il loro peso tecnico-politico, il procedere dei lavori. Le categorie degli professionisti tecnici trentini hanno numeri e qualità che possono soddisfare ogni richiesta. Vedi ad esempio la gara di progettazione effettuata per l’area ex- Michelin prontamente abbandonata per scegliere, a costi irripetibili, l’architetto di grido”.

Come gruppo di minoranza pertanto ribadiamo la richiesta alla Giunta ed alla maggioranza di dare maggiore peso al parere degli Ordini e Collegi professionali e di guardare pro-futuro al bacino trentino per gli incarichi. E’ quanto hanno inviato stasera alla stampa i Consiglieri comunali M5S Andrea Maschio, Paolo Negroni e Marco Santini.