TRENTINO, M5S: “RENZI ROTTAMA L’AUTONOMIA, GLI DAREMO BENSERVITO”

“Renzi si abbatte sul Trentino – Alto Adige come un predone, i presidenti Rossi e Kompatscher accolgono in pompa magna il rottamatore della nostra autonomia. Il Premier vuole smantellare lo Statuto speciale e spremere la nostra Regione per fare cassa, viene a Trento solo per imporre la resa incondizionata alla deriva centralista. I partiti locali stanno tradendo il territorio: alleandosi con Renzi e votandogli una fiducia dietro l’altra hanno favorito l’ascesa dell’uomo solo al comando, che rappresenta il più grande pericolo per la nostra autonomia. Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica in grado di tutelare gli interessi dei cittadini e difendere le istanze del Trentino – Alto Adige dalle mira renziane”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, il deputato M5S Riccardo Fraccaro, il consigliere provinciale Filippo Degasperi e il candidato sindaco di Trento Paolo Negroni.

“La visita di Renzi – aggiungono – ha il sapore dell’oltraggio: nel suo libro ‘Stil Novo’ il nominato Premier ha scritto a chiare lettere di voler spazzare ‘via le Regioni a Statuto speciale’ e lo stesso ministro Boschi, dall’ultima Leopolda, ha ribadito di essere favorevole alla soppressione delle autonomie. Il Governo ha già messo in pratica questa scellerata opera di demolizione prelevando 1,3 miliardi di euro l’anno al nostro territorio, mentre il PD e i sedicenti partiti autonomisti gli reggevano il sacco. È un’aperta violazione dello Statuto, che sarà di fatto stracciato con le controriforme incostituzionali. Il nuovo Senato, infatti, non rappresenterà l’interesse delle Regioni, ma solo dei partiti: la prova è l’invenzione della clausola di supremazia che viene addirittura applicata anche sulle materie di competenza regionale”.

“L’Italicum, poi, è un autentico vulnus democratico, che garantirà ad un solo partito – proseguono – il controllo della Camera, privando così il Trentino – Alto Adige di ogni peso politico. Siamo di fronte all’incursione del più fiero nemico del nostro territorio che sta sottraendo risorse, competenze e funzioni del Trentino – Alto Adige per accentrare i poteri nelle mani del Governo. Rossi, Kompatscher e i partiti locali hanno già svenduto l’autonomia rinunciando ai ricorsi contro lo Stato dal valore di 3 miliardi di euro per ciascuna Provincia: questo significa consegnare la nostra stessa identità alla rottamazione centralista in cambio degli incentivi in forma di poltrone”.

“Il Movimento 5 Stelle ha a cuore esclusivamente il bene comune, per questo difende le istanze dei cittadini in Parlamento e sul territorio opponendosi con fermezza al PD e ai suoi complici, i partiti locali che lo sostengono: i cittadini sanno che Renzi è un impostore, già alle prossime elezioni amministrative gli daremo il benservito”, concludono Fraccaro, Degasperi e Negroni.

[Photocredit www.trentino-suedtirol.ilfatto24ore.it]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*