Urzì lancia de Bertoldi a Trento e Galateo a Bolzano per Fratelli d’Italia

Sarà Andrea de Bertoldi a essere il “fuoriclasse” di Fratelli d’Italia per il Trentino in vista delle prossime elezioni politiche. A incaricarlo del delicato ruolo è stato Alessandro Urzì, portavoce regionale del Trentino-Alto Adige di Fratelli d’Italia, il quale si sta muovendo in questa delicata fase preelettorale in sinergia con Marco Galateo, Consigliere comunale di FdI a Bolzano.

“Si torna in politica – ha affermato de Bertoldi – perchè vi è bisogno di Destra. Fratelli d’Italia è il partito dei patrioti, il partito di coloro che dicono anche prima i trentini e quindi prima l’autonomia. L’autonomia del Trentino sarà difesa da coloro che credono negli italiani come Fratelli d’Italia”.

“Con questo atto si avvia un percorso che anche fra Trento e Bolzano riporterà la Destra politica nel cuore delle istituzioni con la volontà, più volte dichiarata da Urzì, di sostenere un percorso di unità dell’area alternativa al PD ma anche di restituire la voce ad una Comunità politica da troppi anni dispersa sia in Trentino che in Alto Adige”, ha affermato Marco Galateo.

“Ci confronteremo con gli alleati e le liste civiche territoriali per proporre candidati vincenti – ha dichiarato Urzì – sia in Alto Adige che in Trentino. Ho già in serbo nomi di alto prestigio che potrebbero permettere di affrontare le difficilissime sfide permettendo di creare alternative credibili all’attuale sistema di potere”.

L’alleanza di interessi di Pd ed Svp in Alto Adige sottrarrà agli Italiani il diritto di potere decidere in autonomia il proprio deputato ed il proprio senatore, che sarà invece scelto in via Brennero, sto ancora aspettando la risposta del PD alla mia richiesta di aprirsi a primarie autentiche fra i partiti italiani per proporre candidati liberi, voluti dagli italiani e non da Kompatscher ed Achammer”.

Il portavoce assume un potere di coordinamento in vista delle elezioni politiche e quindi di raccordo con le altre liste dell’area del Centrodestra. Fratelli d’Italia collabora già virtuosamente con diversi gruppi e si impegna ad allargare questo metodo di lavoro.

Alessandro Urzì darà continuità anche al suo impegno assunto con la lista de L’Alto Adige nel cuore in provincia di Bolzano che continuerà a esistere, in forma autonoma, e collaborativa. Il tema della collaborazione con le liste territoriali sarà pure centrale nell’azione politica del nuovo portavoce di Fratelli d’Italia che per quanto riguarda i pesi fra le singole componenti politiche in Alto Adige ricorda essere l’unica del centrodestra ad essere rappresentata in Consiglio provinciale di Bolzano.