Zimmerhofer: “Il PD vuole distruggere la nostra autonomia”

La Süd-Tiroler Freiheit vede come un rinnovato attacco ai fondamenti dell’autonomia e un pericoloso giocare con il fuoco il recente e ripetuto tentativo del “Partito Democratico” (PD) e delle associazioni italiane nelle adunanze sull’autonomia.  In un documento conservato agi atti dei raduni il Consigliere Regionale  Christian Tommasini chiede ripetutamente l’abolizione della proporzionaoità e un “modello paritetico”. Il partner della coalizione con la Südtiroler  Volkspartei rinforza i suoi interventi per ridurre l’autonomia a un concetto meramente territoriale.

Il Consigliere Regionale Bernhard Zimmerhofer ribatte con energia:”La proporzionale etnica, secondo la quale vengono ripartiti i postipubblici,è uno dei rincipali pilastri dell’autonomia.- La proporzionale era ed è decisiva per l’affermazione del nostro gruppo etnico in uno Stato straniero. Essa si è dimostrata anche un valido strumento di pace. E’ quindi irresponsabile qualsiasi scuotimento al riguardo”!

Nella questione  Tommasini per il PD e  il Senatore Francesco Palermo volevano attribuire fin dall’inizio  nella riunione  all’autonomia una base falsa. Non la realtà che i Sudtirolesi sono una minoranza  austriaca nello Stato italiano , bensì il territorio del Sudtirolo doveva costituire la base di legittimità dell’autonomia. Stefan Zelger, Segretario del Gruppo Consiliare della Süd-Tiroler Freiheit, afferma  che per questo motivo il PD abbia convocato recentemente con ‘Open Democrat’ una specie di contoriunioni. E qui non sono stati i cittadini ad enunciare i temi, ma lo stesso PD: Proporzionale, Bilinguismo, Scuola .-”I cittadini hanno però chiarito in quella tornata delle riunioni sull’autonomia, che essi vogliono mantenere sia la Proporzionale sia l’Art. 19. Essi intendono rinforzare l’identità tirolese e consolidare l’autonomia. Essi v ogliono meno Italia o, ancora meglio, niente Italia!”

Il Consigliere Regionale Bernhard Zimmerhofer conclude chiedendo alla SVP di riconoscersi finalmente e senza riserve nei pilastri dell’autonomia e di mettere in riga il proprio alleato nella coalizione. Egli sottolinea infine:”Se la Proporzionale e l’Insegnamento della lingua madre spariscono, viene meno con loro anche l’autonomia”.