Bruxelles: almeno 50 addetti all’aeroporto sospettabili di jihadismo

Borghezio riprende l’allarme della polizia belga sui 50 addetti sospettabili di jihadismo e chiede controlli immediati su quello del Parlamento europeo.

La rivelazione fatta dalla Polizia belga di aver segnalato alle competenti Autorità la presenza di non meno di 50 presunti filo-jihadisti fra il personale addetto ai servizi – bagagli compresi – dell’aeroporto di Zaventem (Bruxelles) è “agghiacciante e molto indicativa”, commenta l’europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio, per il quale “essa dovrebbe far capire, finalmente, la necessità dell’abbandono immediato di tutte le politiche buoniste e cieche di fronte alla minaccia del terrorismo islamista, in Belgio e in tutta Europa”.

Borghezio quindi chiede “anche attuarsi immediatamente approfonditi controlli circa il personale addetto, ivi compresi eventuali sostotuzioni, ai servizi del Parlamento europeo”.

“Infatti, nonostante mie precedenti segnalazioni al riguardo, tale personale è costituito in grandissima maggioranza da donne e uomini di origine arabo-mussulmana. Non è quindi escludersi, fra essi, una percentuale di filo-jihadisti analoga a quella del personale aeroportuale”, conclude l’europarlamentare leghista.

[Photocredit lnx.lazialita.com]