Carabinieri aggrediti, arrestati nove profughi: l’ira dell’eurodeputata leghista Bizzotto

“Espulsione immediata e fuori per sempre dal nostro Paese”

“I clandestini presunti profughi arrestati a Roana (Vicenza) per aver aggredito i Carabinieri vanno espulsi immediatamente, senza se e senza ma, e non vanno più fatti rientrare in Italia. E’ scandaloso che questi presunti profughi, che ricevono gratis vitto, alloggio e vari servizi dallo Stato Italiano, abbiano il coraggio di ribellarsi, scatenare maxi risse e aggredire le nostre forze dell’ordine. I comportamenti prepotenti, aggressivi e violenti di questi clandestini originari del Gambia vanno puniti in modo esemplare: ecco perché questa gente va rispedita di corsa nel loro Paese d’origine, con un biglietto di sola andata e con il divieto di ritornare in Italia! Questo fanno i Paesi seri in giro per l’Europa e per il mondo”. Lo dichiara l’europarlamentare della Lega Nord, Mara Bizzotto, dopo l’arresto di nove profughi che hanno aggredito i Carabinieri a Cesuna di Roana (VI).

“Chi usa violenza e non rispetta le Leggi del Paese che lo ospita, non merita di essere accolto e di restare qui – continua l’eurodeputata leghista Mara Bizzotto – L’intollerabile rissa e il caos scatenato dai clandestini a Roana, simili a tanti altri episodi che si ripetono ogni giorno in tutta Italia, dimostrano purtroppo che siamo davanti ad una situazione esplosiva e fuori controllo. La fallimentare gestione dell’emergenza immigrazione da parte del Governo Renzi-Alfano, che prima ci hanno fatto invadere da centinaia di migliaia di immigrati e poi hanno scaricato il problema sui nostri territori, è come una bomba ad orologeria che potrebbe esplodere da un momento all’altro”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*