Charlie Gard. Grillo: “Europa senza un’anima”

Grillo duro in merito al destino del piccolo Charlie Gard. Lo fa con un post nel quale accusa l’Europa di essere senza un’anima. “La corte europea per i diritti dell’uomo ha sentenziato: ciò che hanno deciso i tribunali inglesi riguardo la sospensione dei trattamenti per mantenere in vita il Piccolo Charlie Gard va bene così. Non è entrata nel merito la corte europea. È incredibile, significa che tutta la UE non ha da dire nulla, in più oppure in meno, riguardo una questione così atrocemente fondamentale”, prosegue Grillo attaccando la Ue, anche se alla Cedu, la Corte europea dei diritti dell’uomo che ha respinto l’appello presentato dai genitori, aderiscono i 47 membri del Consiglio d’Europa e non è collegata alla Ue.

Errori a parte Grillo però pone una pesante questione morale: “La corte europea per i diritti dell’uomo ha sentenziato: ciò che hanno deciso i tribunali inglesi riguardo la sospensione dei trattamenti per mantenere in vita il Piccolo Charlie Gard va bene così. Non è entrata nel merito la corte europea. Si è comportata come una corte di cassazione: non è più un processo al fatto in se, ma piuttosto alla forma dei gradì di giudizio precedenti.

 

E’ incredibile, significa che tutta la UE non ha da dire nulla, in più oppure in meno, riguardo una questione così atrocemente fondamentale”.