FISCO, SERNAGIOTTO (FI): “NO A RESTITUZIONE SGRAVI CONTRIBUTIVI A IMPRESE VENEZIA E CHIOGGIA”

L’europarlamentare di Forza Italia Remo Sernagiotto ha presentato un’interrogazione alla Commissione Europea per chiedere delucidazioni sul recupero degli gravi contributivi concessi alle imprese del territorio insulare di Venezia e Chioggia riguardanti le annualità dal 1995 al 1997, previsti dalla legge italiana n. 36 del 31 maggio 1995. L’interrogazione è stata sostenuta anche dall’Onorevole Renata Briano e dall’Onorevole Marco Affronte.

“Nel 1999 – spiega Sernagiotto – la Commissione Europea con propria decisione (n.2000/394/CE) ha dichiarato l’incompatibilità di tali agevolazioni con la normativa comunitaria, configurando gli sgravi contributivi come forme dirette di aiuti di stato che alterano la libera concorrenza e gli scambi comunitari”.

“Le cooperative della pesca – commenta l’Onorevole – sono mere cooperative di servizi, i cui soci sono lavoratori autonomi titolari di partita IVA. Le somme ricevute da ciascun socio pescatore rientrano ampiamente nel regime “de minimis”, tali da non violare in alcun modo la concorrenza tra imprese nei termini posti dalla normativa comunitaria. Ecco perché ho voluto presentare un’interrogazione alla Commissione Europea: sapete quali gravi ripercussioni possono seguire a questa decisione?”

“Il settore ittico vive anni molto difficili questa azione potrebbe decretare la morte delle cooperative del mondo pesca. Io dico no a questa presa di posizione cieca dell’UE e porterò avanti questa posizione con il massimo impegno”, dichiara Remo Sernagiotto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*