LA LEGA NORD SCENDE IN PIAZZA PER MANDARE “RENZI A CASA”

Sabato 28 Febbraio la Lega Nord scenderà in piazza, “ Renzi a casa” è lo slogan di una manifestazione a livello nazionale alla quale parteciperanno tutti i gruppi che condividono il pensiero di Matteo Salvini.

 

Perché sfiduciare Renzi? Secondo la Lega Nord, la politica di questo Governo finora non ha dato nessun risultato concreto: infatti il tasso di disoccupazione giovanile si aggira intorno al 42% la pressione fiscale reale è del 60% e le uniche cose che sono state fatte per: imprese, artigiani e commercianti sono nuove tasse . Per quanto riguarda l’immigrazione, con l’operazione “Mare Nostrum,” che è costata ai cittadini italiani 100 milioni di euro in un anno e che continua con “Triton“, il numero di sbarchi è quadruplicato, Salvini non esita a definire il Governo Renzi “Governo dell’invasione.” L’Italia non ha tratto alcun beneficio dal semestre di Presidenza del Consiglio europeo e non si è fatto nulla per difendere in Made in Italy nel settore della pesca e dell’agricoltura. Le sanzioni alla Russia si sono dimostrate tanto inutili alla soluzione della crisi ucraina quanto dannose per le nostre economie, si legge nel sito appositamente creato in occasione dell’evento.

Scrive Matteo Salvini in una lettera ai suoi sostenitori e militanti “ Che cosa fanno a Roma Governo e Comune? Peggio di niente: pagano con i nostri soldi campi rom e centri di accoglienza per clandestini! Sfrattiamo Matteo Renzi e Ignazio Marino. Riprendiamoci il nostro Futuro e la nostra vita: per questo ti aspetto a Roma sabato 28 febbraio in piazza del Popolo alle 15. Per dire insieme a te: Renzi e Marino a casa!

Alla manifestazione parteciperanno tutti i big del Carroccio, sono attesi anche Giorgia Meloni i rappresentati di Fratelli D’Italia e gli attivisti di Casa Pound. Anche Marine Le Pen vuole esprimere il suo appoggio all’alleato Matteo Salvini e lo farà con un video- messaggio, incerta è la presenza degli altri leader euro-scettici.

Saranno presenti anche simpatizzanti provenienti da tutta Italia, sono stati organizzati più di 400 pullman e numerosi treni speciali per l’evento.

Sui social Network si sono diffuse molte immagini a sostengo della manifestazione e dal profilo Facebook del leader della Lega è partito un vero e proprio conteggio alla rovescia.

Gli studenti della Sapienza hanno organizzato una contestazione contro Matteo Salvini, lo slogan è “Mai con Salvini Roma non ti vuole”, già da questa mattina hanno occupato la Chiesa di Santa Maria del Popolo, il loro obiettivo è quello di impedire il comizio.

Immediata la risposta di Salvini “ È tutto confermato, anzi di più. La risposta deve essere compatta, pacifica e determinata: non possono essere quattro squadristi a decidere chi manifesta e chi no.” Per la manifestazione saranno impiegati 2000 uomini delle forze dell’ordine, il comizio inizierà alle 15 in Piazza del Popolo.

Alice Quinto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*