Meloni lancia le primarie previste per legge

«Stiamo lavoriamo per presentarci alle prossime elezioni politiche con una proposta di governo fatta negli interessi degli italiani. Una proposta che dica che l’interesse nazionale italiano, i diritti degli italiani, il made in italy e la nostra identità vengono prima di tutto e che c’è una politica che vuole rappresentare tutto questo. Chiaramente si può fare con contenuti e posizioni chiare su temi come la difesa dei confini, dei lavoratori, della famiglia e la lotta alla povertà. Si può fare con quella che io ho chiamato una “clausola anti inciucio” con cui chiediamo a chi sta in questa metà campo di impegnarsi a non fare mai accordi con l’altra parte così da non dover più vedere governi tenuti in piedi dai voti dei voltagabbana. E si può selezionando il porta bandiera e la classe dirigente con elezioni primarie per dare agli italiani la possibilità di decidere: se si vuole presentare una proposta politica fondata sulla sovanità bisogna partire delle sovranità delle cose semplici»
E’ quanto ha detto nel corso del tg1 mattina il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
«Fratelli d’Italia ha presentato una proposta di modifica della legge elettorale nella quale ci sono le primarie per legge, ovvero quello che ha chiesto Berlusconi: ha spesso detto che che le primarie normate per legge vanno bene per evitare i rischi dei brogli e io sono d’accordo. Per questo abbiamo fatto una proposta che prevede anche le primarie e adesso spero che gli altri partiti del centrodestra dicano quello che vogliono fare e magari ci diano una mano ad approvare una norma di questo tipo», ha spiegato Meloni.