Rimosse scritte in arabo all'Ospedale di Imola grazie a Lega e Movimento 5 Stelle

Ha dell’incredibile quanto avvenuto ieri nella “rossa” Emilia-Romagna. Lega e Movimento 5 Stelle hanno infatti votato congiuntamente al Consiglio comunale di Imola per rimuovere le scritte in arabo dall’Ospedale cittadino.

Le scritte, presenti sulle segnaletica interna dell’Ospedale e della AUSL, servivano per guidare gli immigrati di lingua araba all’interno della struttura sanitaria. L’operazione è avvenuta sotto la direzione della Lega, che ha presentato un ordine del giorno emendato e votato dal Movimento 5 Stelle, partito che governa il comune dopo 72 anni di reggenza della sinistra.

Proprio il centrosinistra, con il Partito Democratico, si è astenuto sul testo, quasi come se non avesse le forze di ribattere allo strapotere anche locale dell’asse Lega-5 Stelle. Va detto che la tendenza ad eliminare la lingua araba mantenendo l’italiano e l’inglese era già in corso da qualche tempo, ma con quanto accaduto ieri è stato messo nero su bianco.

Molte volte si tende a mettere in campo azioni per le quali sembra quasi che sia il cittadino a doversi adeguare a lingue e culture straniere, mentre per noi integrazione significa il contrario” ha dichiarato Daniele Marchetti, il consigliere comunale che ha presentato l’ordine del giorno. Nel testo approvato si dice, infatti, che “non è certo la lingua araba ad agevolare i fruitori degli spazi, né li aiuta ad integrarsi“.