Salvini a Radio Cusano:” Chi protesta contro Trump? Rosiconi di sinistra”

Il leader della Lega Matteo Salvini è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus nel corso del format ECG con Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.
Matteo Salvini è tornato sul suo botta e risposta con Alfano: “Da Vespa ho trovato per la prima volta Alfano in un dibattito pubblico e a nome di milioni di italiani c’erano tante domande da fargli, sul perché le forze dell’ordine siano costrette a lavorare sotto organico, sul perché ci siano quindicimila precari tra i vigili del fuoco, sul perché i nostri militari siano costretti a fare gli scafisti per nome e per conto dei clandestini. Trump ha vinto negli USA anche nel nome della sicurezza, della legalità, delle espulsioni dei clandestini, mentre in Italia si fa l’esatto contrario”.
Sulle manifestazioni che stanno andando in scena negli USA contro Trump: “Sono i classici rosiconi di sinistra che quando la gente vota come piace a loro inneggiano alla democrazia mentre parlano di disastro e sciagura quando sessanta milioni di persone votano in un modo che non gli piace. La cosa bizzarra è che ho sentito che ci sono tantissimi immigrati irregolari che stanno manifestando in piazza gridando che Trump non è il loro presidente. Una cosa incredibile, spero che Trump li espella il prima possibile uno ad uno”.
Salvini sabato a Firenze darà vita ad una manifestazione per il no al referendum: “Siamo in piazza sabato pomeriggio, non mi aspetto attori, cantanti, calciatori o ballerine. Ma persone normali. Vi ricordate l’ultima settimana per la Clinton? Tutti quei vip hanno preso un bel pernacchione. Io preferisco la gente vera, anche perché ho poco da garantire ai vip, non ho posti, promozioni, cose da offrirgli. Per il no al referendum basta il no dello studente universitario e il no della casalinga che si informa”.
Salvini dopo il referendum vuole subito le elezioni: “Dovesse vincere il no bisognerebbe andare a votare subito, il prima possibile. Il 5 dicembre per gli italiani arriverà l’alba. Si voti subito, con qualsiasi leggere elettorale. Bisogna andare al voto entro la primavera”.
Sulla leadership del centrodestra: “Mara Carfagna uno dei volti di Forza Italia alle primarie per il ruolo di leader? Questo andrebbe chiesto a Forza Italia, lei come ministro ha lavorato molto bene, è seria e preparata, non perché è donna e perché giovane, io non credo alle categorie, ma sicuramente è preparata e competente, in una squadra farebbe la sua parte. Serve una leadership importante, lo chiedono i cittadini e se il centrodestra me lo chiederà io non avrò paura. Sarei pronto anche domani mattina”: