Unioni Civili, Italia unica: “UCD e NCD, nessuna scelta per i diritti ma solo opportunismo”

“Chi l’avrebbe mai detto? Alfano dice che la crisi di governo non ci sarà, purché sulla stepchild adoption si modifichi il disegno di legge Cirinnà, mentre Lorenzo Cesa dice che la crisi di governo ci sarà eccome, se non si provvede subito. La politica dei due forni trova dunque il massimo della sua espressione “artistica” attraverso le parole dei due esponenti di Area Popolare, che teoricamente dovrebbero avere la stessa posizione, facendo parte dello stesso Gruppo parlamentare. Ma, si sa, Ncd e Udc ci hanno abituato ad acrobazie degne del circo Togni – tanto hanno sempre la rete stesa che li protegge – e dunque nessuna sorpresa”. Così in una nota Italia Unica, il movimento guidato da Corrado Passera.

“Spiace osservare come le nostre preoccupazioni si sono trasformate in realtà. Nessun reale interesse per migliorare una legge sbagliata, ma solo posizioni di sottopotere da gestire senza scrupolo, magari incrociandole con le elezioni amministrative in arrivo, dove possiamo essere certi fin da ora che i contorsionismi diventeranno da Guinness, come già accaduto ad esempio alle ultime regionali. Perché i diritti delle famiglie o degli omosessuali saranno anche importanti, ma vuoi mettere i propri interessi?”, conclude la nota.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*