A22: rimosse in seguito alla segnalazione di Urzì le bottiglie di vino raffiguranti Stalin

Non sono più esposte sugli scaffali delle stazioni di servizio dell’A22 le bottiglie di vino raffiguranti l’immagine di Stalin. Dopo la segnalazione del consigliere provinciale a Bolzano Alessandro Urzì, la Società Autobrennero ha prontamente contattato e convinto il gestore dell’area di servizio di Adige Est a rimuovere immediatamente ed a non commercializzare nel futuro le bottiglie con l’immagine dei dittatori.

Da un controllo accurato è risultato che nelle altre aree di servizio tali prodotti non erano in vendita. Al contempo, la Società ha altresì invitato tutti i Gestori affidatari del servizio, sensibilizzandoli su tale tematica, a non commercializzare prodotti recanti le effigi di dittatori del XX secolo e/o effigi similari, ottenendo rassicurazioni in tal senso.

Il consigliere Alessandro Urzì aveva presentato un’interrogazione lo scorso dicembre chiedendo di sapere cosa pensasse la Giunta regionale rispetto al fatto che in alcune aree dell’autostrada del Brennero fossero in vendita bevande alcoliche con etichette raffiguranti le immagini dei dittatori del XX secolo e come ci si intendesse attivare a riguardo.

Nella sua risposta il Presidente della Regione Ugo Rossi ha specificato che gli operatori commerciali aggiudicatari del servizio di ristorazione ed attività accessorie nelle aree di servizio sono chiamati a rispettare il Disciplinare che prevede che la gestione debba essere effettuata appunto con decoro, oltre che nel pieno rispetto della disciplina contrattuale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*