Ecco perchè i bolzanini sono contrari alla funivia sui prati del Talvera

Non solo un voto contrario alla nuova funivia per San Genesio con i piloni sui prati del Talvera ma anche il perché di questo voto. Lo si è capito dai questionari consegnati alla postazione organizzata da Uniti per Bolzano in Corso della Libertà a Bolzano.

L’esito è stato un autentico plebiscito: 179 sono coloro che hanno dichiarato di essere assolutamente contrario e 24 a favore. Ma il dato interessante come detto è il perché di questa scelta.

Dai questionari consegnati il fronte dei contrari dichiara la propria contrarietà nell’ordine per: lo scempio paesaggistico dell’opera di fortissimo impatto ambientale con i piloni collocati nel cuore del verde cittadino; i disagi derivanti  dal cantiere; il fatto che la funivia attuale potrebbe svolgere egregiamente il suo dovere se solo ammodernata; il fatto che la funivia attuale potrebbe svolgere la sua funzione se venisse aumentata la frequenza delle corse e aggiustate sulle esigenze dei pendolari; il fatto che la funivia attuale potrebbe svolgere la sua funzione se venisse realizzato un posteggio capiente; il fatto che la funivia attuale potrebbe svolgere la sua funzione se venisse allestito un bus navetta continuo con il centro città.

I favorevoli hanno invece ricordato come la funivia potrebbe raggiungere attraverso lo spostamento anche della stazione a monte direttamente il centro del paese di San Genesio.

Fra i commenti più curiosi quello di un cittadino che ha testualmente lasciato scritto sul questionario: “Se hanno un bagno i progettisti possono usarlo”. Segnale questo che il clima in città si sta surriscaldando sull’argomento.

Il candidato sindaco Mario Tagnin ha escluso il sostegno proprio e della propria coalizione al progetto della funivia con stazione a valle nei giardini Petrarca.