Trento, degrado e scontri alla Notte Bianca: la condanna di Maschio (M5S)

Come ogni anno la città di Trento si tinge di candido, dando spazio ai celebri mercatini di Natale e a eventi cittadini come la Notte Bianca. E assieme a grandi afflussi di turisti e giovani che vogliono godersi non sono mancati episodi di vandalismo e degrado.

In particolare, secondo ricostruzioni locali, il centro urbano sarebbe stato vittima di massicci abbandoni di rifiuti e usato come latrina a cielo aperto, infestando le vie del centro del passaggio d’inciviltà di ignoti.

Inoltre il presepe in pietra di Piazza Vittoria sarebbe stato danneggiato, lanciando oggetti e devastando la tradizionale opera dei commercianti. La statua del Bambin Gesù è stata danneggiata dopo essere stata gettata a terra.

Nel frattempo dopo le due di notte in Piazza Mostra, vicino al Castello del Buonconsiglio, sono avvenuti scontri tra le Forze dell’Ordine e circa duecento giovani, che si sono scagliati contro gli agenti quando questi sono arrivati per controllare che fosse tutto in regola. Sembra infatti che il locale segnalato non fosse autorizzato a fare musica, men che meno dopo le due di notte quando scatta la quiete notturna che dev’essere in ogni caso garantita. Quando la musica è cessata la moltitudine di ragazzi lì presenti ha accerchiato le guardie aggredendole a suon di pugni e calci: un carabiniere e due poliziotti sono finiti in ospedale per lesioni lievi.

Tempestiva la condanna del Consigliere comunale a Trento per il M5S Andrea Maschio: “Condanno in modo fermo gli episodi di degrado e violenza che sono avvenuti ieri notte durante la Notte Bianca. Mi aspetto massima severità nei confronti di coloro che sono responsabili di quanto successo. In primo luogo mi aspetto che i gestori del locale vengano severamente sanzionati per avere messo in atto un evento non autorizzato e per non avere rispettato le regole vigenti. Il loro comportamento è peraltro stato causa di quanto successo dopo. Mi aspetto inoltre che i responsabili degli insulti e delle violenze alle Forze dell’Ordine vengano puniti severamente così come tutti coloro che si sono resi responsabili dei danneggiamenti in città e di avere causato degrado di vario tipo durante una festa che doveva essere un evento di gioia e serenità durante le feste natalizie”.